Vai al contenuto

Di Battista: “Sulla questione Autostrade si legge tutto ed il contrario di tutto.”

Di Alessandro Di Battista

Sulla questione Autostrade si legge tutto ed il contrario di tutto. C’è chi accusa il Movimento di aver espropriato un bene ai Benetton in stile venezuelano e chi dice che i Benetton stiano esultando perché si sono arricchiti. C’è chi dice che siamo stati morbidi, chi che siamo stati troppo duri. Quelli che 24 ore fa dicevano: «vergogna, il titolo di Atlantia è cresciuto in borsa» sono gli stessi che tre giorni fa hanno detto: «vergogna, il titolo di Atlantia è crollato in borsa». Ieri Atlantia ha perso il 5,24% ma nessuno dei nuovi broker italici ha osato commentare evidentemente in preda alla confusione.

I giornali berlusconiani hanno raschiato il barile della più ignobile ipocrisia. Sullo stesso giornale – ma in pagine diverse – si potevano leggere articoli che descrivevano la decisione sui Benetton una roba statalista o un regalo alla speculazione finanziaria.

Poi sono partite le indiscrezioni sui Benetton, descritti da Repubblica (il giornale storicamente più vicino agli ex-ras di autostrade) come una famiglia distrutta. Luciano Benetton, malinconico come la piccola fiammiferaia, ha detto: «Ci stanno trattando peggio di una cameriera». Quanto mi sarebbe piaciuto ascoltare i commenti dei camerieri – mestiere dignitosissimo – che lavorano a Palazzo Benetton a Ponzano Veneto. Me li immagino in cucina, mentre i “nobili” in declino attendono le portate macrobiotiche a tavola, pensare all’ignobile classismo che si nasconde in quelle parole.

In tutto ciò la gran parte dei giornali non ha dato il giusto risalto a chi è più titolato a parlare, ovvero i parenti delle vittime del Ponte Morandi i quali hanno detto: «prendiamo atto che l’azionista di maggioranza nell’azienda titolare di concessione sarà estromesso. Questo non può che essere di buon auspicio ed un buon inizio».

Bene, un buon inizio. Ora è essenziale non abbassare la guardia proprio come chiedono i parenti delle vittime quando insistono sulla “massima penalizzazione economica agli azionisti che dovranno cedere le loro quote” (ovvero ai Benetton).

A questo punto ritorno alle parole di ieri di Luciano Benetton. «Ci stanno trattando peggio di una cameriera» non è una frase strappata. Ripeto, l’ha pubblicata Repubblica. L’intento è chiaro ed è quello di mandare un messaggio ai referenti politici che i Benetton ancora hanno nei palazzi del potere.

«Ci stanno trattando peggio di una cameriera». Gerundio presente, non participio passato. Come dire: “Hey ma siete matti? Dopo tutti i finanziamenti che vi abbiamo dato a voi e ai vostri giornali di riferimento ci state trattando così? Fate qualcosa!”.

Io sono soddisfatto perché la scelta su Autostrade – in piena epoca liberista – è davvero un esempio. ASPI, una gallina dalle uova d’oro che ha fruttato 10 miliardi di euro di utili, torna sotto il controllo pubblico. E’ un colpo al liberismo e proprio per questo, oggi più che mai, dobbiamo fare due cose:

1. Difendere – con le unghie e con i denti – questa scelta dai rigurgiti del sistema.

2. Sostenere Conte ed il M5S (pur criticandolo ove necessario come ho sempre fatto anche io) perché le rappresaglie di chi è terrorizzato dal principio che è passato su autostrade non tarderanno ad arrivare.

P.S. Ieri un noto giornale del Gruppo Agnelli-Elkann titolava: “L’enfasi del Governo diventa accanimento contro gli interessi privati, pilastro su cui si regge la società”. Una frase vomitevole. Io solo dato alle imprese private 260.000 euro dello stipendio da parlamentare che mi spettava per legge (ed i miei ex-colleghi hanno fatto altrettanto) ma certi personaggi non lo ricordano mai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: