Vai al contenuto

Blitz ‘ndrangheta, Gratteri: «I giornali nazionali hanno boicottato la notizia»

I giornali nazionali hanno boicottato la notizia» della maxi-operazione contro la ‘ndrangheta.

Lo ha detto il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri, intervistato da Maria Latella su SkyTg24.

Gratteri ha ricordato che «Il Corriere della Sera ha portato la notizia in 20esima pagina, Repubblica e La Stampa verso la 15-16esima, mentre Il Fatto quotidianol’ha riportata in prima pagina, come Avvenire e il Manifesto. Il perché non lo so, andrebbe chiesto ai direttori dei giornali. Fossi stato il proprietario di questi giornali mi sarei preoccupato, avrei chiesto. Mi auguro sia stata una svista, sicuramente è stato un ‘buco’ dal punto di vista giornalistico».

Sulla mafia, il magistrato ha spiegato che «mediamente un politico è presente sul territorio sei o sette mesi prima delle elezioni, poi magari il giorno dopo il voto cambia anche numero di telefono. Il capomafia invece è presente sul territorio 365 giorni l’anno: dà risposte sbagliate e drogate di sottosviluppo, dipendenza e schiavismo, ma dà risposte in territori dove la disoccupazione a volte sfiora anche il 50%».

Secondo Gratteri è «la disperazione che spesso porta a rivolgersi alla ‘ndrangheta».

E la responsabilità «è di tutti noi, che forse avremmo dovuto e dovremmo fare molto di più rispetto a quello che facciamo, ma principalmente della politica, di chi amministra, di chi progetta, di chi programma il futuro di una regione o di una nazione. La strategia della ‘ndrangheta di fare accordi con le istituzioni risale al al 1970», quando fu permessa «la doppia affiliazione alla ‘ndrangheta e alla massoneria deviata. Questo è stato il grande salto di qualità che le ha consentito di avere rapporti con uomini delle istituzioni e con quadri della pubblica amministrazione mentre magistrati, giornalisti, storici, professori universitari e la politica continuavano a raccontare di una mafia stracciona di pastori» ha detto ancora Gratteri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: